The Ragtime Rumours @ EBC 2018Il gruppo olandese The Ragtime Rumors ha vinto l'8° edizione dell’European Blues Challenge tenutasi a Hell, in Norvegia, dal 15 al 17 marzo 2018.La gara quest’anno è stata molto competitiva e gli altri gruppi che completavano il palmarès non erano molto lontano.

La classifica:

  1. The Ragtime Rumours (NL)
  2. Fried Okra Band (DK)
  3. Vitor Bacalhau (PT)

Congratulazione ai primi tre classificati, come pure agli svizzeri Amaury Favre duo, che si sono classificati al 4. Posto! Bravi! La qualità tecnica e la varietà della loro prestazione è piaciuta sia al pubblico sia agli specialisti del blues. Dopo il terzo posto di Pascal Geiser dell’anno scorso, la Svizzera dimostra di essere uno dei pilastri del blues europeo!

Amaury Faivre Duo @ EBC 2018I nostri ringraziamenti vanno anche a Kjell Inge Brovoll e a tutto il suo staff del “Blues in Hell” per l’ottima organizzazione e l’eccellente accoglienza. L’anno prossimo andremo tutti a riscaldarci alle Azzorre!

--> More photos

Comment (0) Hits: 337

(Intererview not yet available in Italian, please let us know if anyone can translate this, or use google translate)

Je reçois Amaury Faivre et Yves Staubitz pour la Swiss Blues Society, qui ont accédé aux demi-finales de l’International Blues Challenge (IBC), à Memphis, en catégorie solo/duo. C’est une consécration en soi pour un groupe européen d’arriver si loin dans ce concours international qui voit se produire les meilleurs groupes de blues américains et quelques européens.

Accès à la version audio (français) de l'interview.

Swiss Blues Society : Nous allons entrer directement dans le vif du sujet : comment s’est déroulé le concours ?

Yves : D’une manière intense quand même !

Amaury : Beaucoup de choses !

SBS : Commençons par le début, vous êtes arrivés à Memphis sans instruments ?

Yves : Exactement !

Amaury : On est arrivé sans guitares, parce qu’on a des belles guitares qu’on a un peu peur de faire voyager dans l’avion et donc on a un peu galéré au début parce qu’il a fallu trouver des guitares. J’avais un contact d’un gars qui m’avait dit que c’était bon, mais en fait sur place on n’arrivait plus à le joindre…

Yves : Ca commençait avant, il y a des site, des magasins de musiques qui louent des instruments et tu t’y rends, mais c’est beaucoup plus difficile que prévu, tu n’arrives pas avoir ce que tu veux, ou alors peut-être, mais c’est pas sûr… et c’est là qu’Amaury a eu un contact.

Amaury Faivre DuoAmaury : Chaque magasin de musique me renvoyait vers un gars qui n’avait pas de boutique. Le gars se baladait en camion dans la ville, tu l’appelles, il te dit « OK, je suis là dans 30 minutes », il arrive, te donne les guitares, tu paies cash, tu n’as pas de facture et quand tu rends la guitare, c’est un autre gars qu’on n’a jamais vu qui arrive et tu lui donnes la guitare. Et là on s’est dit qu’il y a une différence culturelle quand même. Ca c’est bien passé, finalement on avait quand même d’assez bonnes guitares.

Yves : mais c’était assez compliqué : la veille du concert, on n’avait toujours pas de guitares !
Amaury : Le concours ouvrait le mardi soir, il y avait plusieurs choses dans la ville et notamment une soirée dans une église, une superbe église toute en ruine qui était magnifique, dans laquelle Martin Luther King prêchait régulièrement. Il y avait là tous les groupes internationaux comme nous, qui faisaient des passages de 15-20 minutes et du coup on a pu rencontrer pas mal de groupes qui faisaient la compétition. Une bonne soirée !

SBS : dans l’église c’était juste pour vous présenter ou c’était déjà noté ?

Amaury : Non, c’était hors concours.

Yves : C’était juste comme ça ! Il faut préciser qu’il faisait -15°C

La Kaz Hawkins Band (UK) conquista la vittoria alla 7° European Blues Challenge mentre i belgi Bluesbones Band (BE) sono secondi!

Per la prima volta nella storia del European Blues Challenge, iniziato nel 2010, un gruppo svizzero sale sul podio al 3° posto! I fans svizzeri presenti a Horsens in Danimarca sapevano che la Pascal Geiser Band aveva fatto un ottimo concerto, ed erano abbastanza ottimisti. La band ha suonato molto bene fornendo concerto di grande qualità, tutto è filato perfettamente bene e Pascal ha intrattenuto alla grande il pubblico nel suo breve spettacolo offrendo una prestazione di alto livello: Comunque, essendo il primo a salire sul palco, per la seconda serata, abbiamo dubitato fino alla fine, perché molte delle band che si sono esibite dopo di lui hanno eseguito concerti di ottima fattura con una qualità elevata nei vari stili del blues.

Come detto sopra, Kaz Hawkins dal Regno Unito è il vincitore della sfida e the Bluesbones del Belgio si sono aggiudicati il secondo posto. La scelta della giuria è sempre molto discutibile (ed è molto dibattuto ogni anno dopo l'annuncio dei vincitori), va comunque ribadito ed è innegabile che questi 3 gruppi sono tutti eccellenti e fanno parte dei 6 o 7 gruppi che avrebbero potuto vincere.

Questo è il motivo per cui vogliamo congratularci con i vincitori della EBC, ma anche con tutti gli altri partecipanti, che, come diceva Pascal sul palco, sono tutti vincitori nel loro paese!

La sfida si è conclusa con una grandissima jam session finale con tutte e tre i gruppi vincitori sul palco ed tante emozioni per il pubblico rimasto fino a tarda ora.

More photos --> https://www.flickr.com/photos/sitatof/albums/72157679068968864

To come soon: Lucerne Blues Festival also wins an award !

Comment (0) Hits: 826

Ciao Pascal, puoi presentarti e raccontarci come sei arrivato al blues?

Il mio nome è Pascal Geiser e vengo dal Cantone Soletta. Ero già contagiato dal blues da bambino perché mio padre mi portava spesso alle prove della sua blues band.

Come hai deciso di partecipare allo Swiss Blues Challenge, è stata una scelta personale oppure qualcuno ti ha incoraggiato a partecipare?

Ne ho sentito parlare e ho pensato perché non provarci? Soprattutto, la prospettiva di poter partecipare alla finale e nel caso di vittoria poter partecipare a Memphis mi ha davvero motivato.

All'inizio di quest'anno hai rappresentato la Svizzera al International Blues Challenge di Memphis, che cosa si può dire a questo riguardo?

Questa è stata probabilmente la migliore esperienza che come musicista blues mia sia mai capitata. Rappresentare il tuo paese nella città del blues, con la musica che ami così tanto è stato semplicemente fantastico. È stato come una riunione di una grande famiglia! Tutti i musicisti ci sono andati per un unico motivo: il loro grande amore per il blues! E questo lo si sente in ogni momento. Non ero semplicemente a Memphis, ma ero parte di essa! (Questa è la dichiarazione di un americano, dopo aver visto il nostro spettacolo e mi ha toccato profondamente)

L’ European Blues Challenge si svolgerà il 7-8 aprile in Danimarca, come ci si prepara?

Come abbiamo fatto per l'International Blues Challenge di Memphis; proviamo l'esatta sequenza del set rispettando il tempo concesso dalla giuria che deve essere rispettato. Noi non abbiamo registrato brani o canzoni speciali per questa occasione, suoneremo una parte del nostro normale live set che abbiamo adattato al tempo concessoci. Non vedo l'ora!

--> http://www.pascalgeiser.com

Comment (0) Hits: 834
Premiato Hannes Anrig

HannesArnigBBSAward2016

Nell'ambito della European Blues Challenge (EBC) 2016, Hannes Anrig è stato premiato dall'Unione Europea del Blues (EBU), nella categoria di «Produttore», con il Behind The Scene Award 2016 per i suoi instancabili sforzi nel promuovere il Blues e il vecchio Jazz, in particolare il New-Orleans-Jazz, in Svizzera. Con la sua etichetta “Blueshouse” ha prodotto innumerevoli album con i migliori musicisti di New Orleans. Con la creazione della «Festa New Orleans» a Lugano neglianni settanta e con il Rapperswil “Blues 'n' jazz” ha decisamente influenzato il paesaggio dei festival in Svizzera. In qualità di produttore del festival «Vallemaggia Magic Blues», Hannes, membro fondatore della Swiss Blues Society, continua questo lavoro.

Nella categoria «Promotore» il premio è andato a Greg Porkka dell'organizzatore finlandese «Puistoblues» e nella categoria dei media , è stato asseganto a Andrzej Matysik della rivista blues polacca «Twój Blues Magazine».

Comment (0) Hits: 1142